La nuova legge su responsabilità e sicurezza delle cure per utenti e professionisti

Vi indichiamo alcuni punti sulla nuova legge in merito alla responsabilità e alla sicurezza delle cure per utenti e professionisti:

1. Assicurarsi diventerà obbligatorio?

SI, diventerà obbligatorio per tutti gli esercenti le professioni sanitarie che lavorano in una struttura sanitaria e/o sociosanitaria pubblica privata.

Obbligatorio anche per tutti i liberi professionisti (lo era già)

2. Ad oggi è obbligatorio assicurarsi?

NO, oggi non è obbligatorio perché lo diventi deve essere emanato un decreto entro 120 giorni dall’entrata in vigore della Legge.

3. Cos’è la colpa grave?

È la conseguenza di un comportamento caratterizzato da negligenza, imprudenza, imperizia e se creiamo un danno, sarà possibile la richiesta di un risarcimento per colpa grave.

4. Le polizze che ci sono ora coprono gli obblighi previsti dalla Legge Gelli?

NO, non li coprono perché i requisiti delle polizze dovranno essere sanciti con decreto ministeriale entro i 120 giorni dall’approvazione della Legge. Nel testo di Legge ora ci sono solo due requisiti, la retroattività decennale e l’ultrattività decennale (cioè la responsabilità estesa agli eredi)

5. Le strutture sono obbligate ad assicurarsi?

SI, tutte le strutture sanitarie e socio sanitarie pubbliche e private, saranno obbligate ad essere provviste di polizza assicurativa e nel sito internet aziendale dovranno essere pubblicati gli estremi della polizza

6. Con la nuova legge ci sono limiti ai risarcimenti?

SI, sia per i medici che per gli esercenti le professioni sanitarie vi sarà un limite all’azione di rivalsa pari al triplo della retribuzione annua del professionista sanitario. Non si fa cenno agli altri professionisti del ruolo tecnico

7. Cosa dobbiamo fare?

Prima di tutto attendere i decreti attuativi. E fare attenzione alle “offerte speciali di polizze assicurative”