I terzi trasportati su un fuoristrada (5 posti) immatricolato come autocarro sono inclusi nelle polizze di RCA?

La copertura RC auto può essere soggetta a limitazioni ed esclusioni che possono dar luogo a rivalsa.

In tali casi l’Impresa è obbligata comunque a risarcire un eventuale sinistro a terzi, per l’inopponibilità di eccezioni nella RCA obbligatoria, ma ha diritto di chiedere al contraente e/o all’assicurato la restituzione totale o parziale di quanto liquidato.

Le condizioni generali di polizza della maggioranza delle imprese assicuratrici escludono il trasporto non conforme alla carta di circolazione e/o alle disposizioni vigenti.

In molti prodotti auto – non in tutti – è possibile ottenere dall’Impresa, tramite un corrispettivo economico, la rinuncia alla rivalsa per il trasporto non conforme alla carta di circolazione e/o alle disposizioni vigenti.

Nel quesito posto si fa riferimento ad un autocarro per trasporto cose che, pertanto, fa riferimento all’art. 54 comma 1 lettera d) del codice della strada, che definisce gli autocarri veicoli destinati al trasporto di cose e delle persone addette all’uso o al trasporto delle cose stesse.

Nel caso in esame, l’uso come normale mezzo di trasporto nella vita quotidiana o il trasporto di persone a fianco del conducente o nella doppia cabina è conforme alla carta di circolazione (5 persone) ma non alle disposizioni vigenti (codice della strada o altro).

E pertanto rientrerebbe nella eventuale esclusione e conseguente rivalsa.

L’art. 82 dello stesso codice della strada recita che chiunque adoperi veicoli per usi o destinazioni diverse da quelli indicati sulla carta di circolazione è soggetto alla sanzione amministrativa del pagamento di una somma da € 85 a € 338.

Per completezza di informazione, aggiungiamo che l’art. 35 della legge 248/2006 ed il Provvedimento 06.12.2006 dell’Agenzia delle Entrate hanno disposto che alcuni veicoli (in particolare i cd. fuoristrada) sono da considerare come autovetture al fine di contrastare gli abusi fiscali.

FONTE ASSINEWS 15/9/2017

Richiedi informazioni telefonando al numero verde 800820820 o scrivici alla mail info@roveda.it