Fiducia e consulenza: il ruolo centrale dell’intermediario

Quanto contano elementi come la fiducia e la capacità di comunicare con chiarezza nel comportamento assicurativo degli italiani? Moltissimo, secondo l’ultima indagine IVASS

Gli Italiani continuano ad assicurarsi poco: non perché non siano avversi al rischio (lo sono molto), ma perché tendono ad auto-assicurarsi o a rinviare al futuro gli eventuali costi di eventi avversi.

Tuttavia, l’indagine IVASS 2021 su conoscenza e comportamento assicurativo degli italiani evidenzia che, se accompagnati, i nostri connazionali si mostrano molto più propensi a stipulare una polizza.

È un dato corroborato da due importanti indicatori, la fiducia e la capacità comunicativa:

  • il 93% delle persone intervistate indica la fiducia come un fattore importante per sottoscrivere una polizza, e la maggioranza di coloro che è già assicurato – 68%  -ha molta fiducia verso le proposte del proprio intermediario.
  • Ben il 71% dichiara di aver avuto una chiara illustrazione delle esclusioni e limitazioni di garanzia o del rischio residuo in fase di trattativa, a fronte di un  59% degli intervistati che ha espresso un giudizio negativo o neutro sulla comprensibilità delle polizza.

Alla luce di questi dati, emerge come centrale la figura dell’intermediario e fondamentale il ruolo della consulenza professionale; per noi di Roveda Assicurazioni, da sempre si tratta di due pilastri della nostra attività. “Oggi il mercato assicurativo presenta numerose proposte diversificate tra cui non è facile orientarsi in modo autonomo” sottolinea Luca Roveda; “l’intermediazione professionale è essenziale e la nostra collaborazione con i più grandi gruppi assicurativi ci permette di fornire a famiglie e aziende un supporto consulenziale completo, sia nel momento di identificazione della polizza sia in quello successivo tramite assistenza immediata in caso di problemi o urgenze”.

La presenza di consulenti professionisti, altamente preparati, costituisce il valore aggiunto della nostra realtà, in quanto rappresentano una guida sicura tra concetti spesso di difficile interpretazione. Inoltre, in contesti sempre più complessi, diventa fondamentale un’attenta analisi dei rischi a cui è esposto il cliente, in base alla quale avanzare poi una proposta che renda più sicuro il suo benessere e i suoi patrimoni. Come ricorda Roveda: “In campo assicurativo, il vero rischio non è spendere mensilmente una certa somma di denaro, ma tenersi esposti a rischi non assicurati dai quali il danno economico che ne può derivare può essere molto più grave”.

Per maggiori informazioni e per richiedere la nostra consulenza gratuita, contattaci al numero 800.820.820 o alla mail info@roveda.it.

Turismo esotico? Sì, ecco come!

Se siete amanti delle vacanze invernali in mete esotiche, i corridoi turistici Covid free e le polizze assicurative travel sono ottimi strumenti che permettono di viaggiare in sicurezza. Vacanze all’estero? Non è impossibile farlo in sicurezza, anche in tempo di...

Long Term Care: la serenità per il nostro futuro

La perdita dell’autosufficienza è una prospettiva che spaventa più dell’invecchiamento in sé: per questo è meglio pensarci e tutelarsi per tempo. Gli Italiani hanno paura di invecchiare? Può sorprendere, ma la risposta in realtà è “non molto”. Solo il 35%...