Smartphone alla guida? Rischi multa e patente

Il provvedimento scatterà alla prima violazione, non come ora in caso di reiterazione, e durerà da uno a tre mesi; chiunque verrà sorpreso alla guida del veicolo, anche se è fermo ai semafori o agli stop, con il cellulare o altri apparecchi.

La sanzione è la Sospensione immediata della patente per un periodo compreso tra uno e tre mesi, già alla prima violazione, per chi usa il cellulare mentre si trova alla guida e una multa da 180 fino a 680 euro.

Quindi stiamo molto attenti, organizziamoci con i viva voce e se indossiamo gli auricolari ricordiamoci che un orecchio deve restare libero.

La norma sarà inserita nel nuovo Codice della Strada, ma potrebbe essere anticipata con un apposito decreto legge già dal mese di maggio.

L’urgenza di attuare questo decreto legge ci sono tutti, pensate che tre automobilisti su quattro utilizzano lo smartphone mentre sono alla guida.

In particolare, il ministro dei Trasporti Graziano Delrio ha spiegato che “l’80% degli incidenti gravi deriva dall’ uso del cellulare alla guida”.

Chissà se l’inasprimento delle azioni punitive, finalmente, farà capire che mandare messaggi, telefonare, navigare sul web e utilizzare i social mentre si guida è qualcosa di molto pericoloso.

Per sè e per gli altri.