Cos’è, cosa copre l’Assicurazione per Invalidità Permanente da Malattia?

Oltre agli Infortuni anche la malattia può arrecare un’Invalidità Permanente (definitiva perdita o diminuzione della capacità lavorativa indipendentemente dalla professione svolta).

Spesso non ci si pensa, ma probabilmente l’invalidità dovuta a malattia è causa di grandi problemi e difficoltà non solo legate alla salute di una persona.

La Garanzia Invalidità Permanente da Malattia può essere acquistata singolarmente, con garanzia infortuni oppure con la copertura del caso morte.

La definizione di “Malattia” è delineata come:

“l’alterazione dello stato di salute non dipendente da Infortunio”; mentre la stessa Invalidità Permanente come “Definitiva perdita o diminuzione della capacità lavorativa indipendentemente dalla professione svolta”. Sottolineiamo “indipendentemente”

in quanto il grado di Invalidità accertato in seguito ad un sinistro non dipenderà dalla professione svolta.

Alcune considerazioni importanti devono anche essere fatte in merito all’Invalidità Permanente preesistente.

In questo caso la valutazione del grado di invalidità e la conseguente liquidazione dell’indennizzo riguarderanno solo le conseguenze dirette cagionate dalla malattia, come se essa avesse colpito una persona fisicamente integra e soprattutto senza riguardo al maggior pregiudizio derivante dalle condizioni preesistenti.

In pratica se la malattia colpisce un soggetto con pregressi di Invalidità Permanente, la determinazione del grado di invalidità avverrà in considerazione degli effetti che la malattia avrebbe avuto su un soggetto sano, senza pregressi.

In tutte le polizze malattia un ruolo importante è rivestito dalle Dichiarazioni dell’Assicurato (Articoli 1892 – 1893 – 1894 del Codice Civile) sulle circostanze del Rischio e sull’obbligatorietà di redigere e consegnare alla Compagnia di Assicurazioni (che valuterà se assumere o meno il Rischio e a quali condizioni), l’apposito Questionario Sanitario.

Per concludere questa breve e sintetica analisi, è necessario precisare che l’Invalidità Permanente da Malattia viene accertata in base ai criteri stabiliti per le assicurazioni sociali contro gli infortuni e le malattie, così come  previsto nell’Allegato 1 alla Legge del 30/06/1965 n.1124 – Tabella INAIL (Fig.1).

Nei casi non previsti dall’Allegato la valutazione sarà concordata fra il medico dell’Assicurato e quello della Compagnia di Assicurazioni.

Riteniamo molto importante il momento della stipula, durante il quale l’assicurando dovrà valutare con il proprio intermediario il Capitale che intende assicurare. La somma concordata sarà utilizzata, in caso di sinistro, per la determinazione dell’Indennizzo spettante.

Il funzionamento è simile a quello utilizzato anche per l’Invalidità Permanente di una Polizza Infortuni. Nel caso della malattia però, la maggior parte delle compagnie prevede per l’Invalidità Permanente una Franchigia iniziale molto elevata, di solito il 25%.

Questo significa che in caso di malattia che dia origine ad un grado di invalidità permanente inferiore al 25% non saremmo indennizzati.

Vi consigliamo come sempre di contattarci al numero 800.820.820 oppure di scrivere a info@roveda.it per la corretta consulenza e valutazione.