Cosa fare in caso di incidente all’estero oppure in Italia con un veicolo straniero?

Precisiamo innanzitutto due semplici meccanismi.

  1. Quando si verifica un incidente all’estero la legge che deve essere applicata è sempre quella dello Stato nel quale ci troviamo.
  2. La copertura assicurativa italiana vale in tutti gli stati del sistema carta verde: ovvero tutti i paesi dell’Unione Europea più Albania, Andorra, Bielorussia, Bosnia, Iran, Israele, Macedonia, Marocco, Moldova, Serbia, Montenegro, Tunisia, Turchia e Ucraina. Per tutti gli stati non presenti sulla carta verde, per circolare con un veicolo italiano è necessario stipulare appositamente una polizza assicurativa con una compagnia locale.

La gestione di un incidente avvenuto  in uno stato membro della Comunità Europea è stata semplificata da una direttiva comunitaria del 2000: ogni compagnia assicurativa che tratti la materia della responsabilità civile auto è obbligata a nominare un rappresentante (detto mandatario) in ogni stato in cui non ha una propria sede legale.

Il mandatario deve poter essere contattato in Italia ed è il punto di riferimento sul nostro territorio per tutte le questioni che riguardano i rapporti con compagnie assicurative estere, snellendo i termini di procedure e di comunicazione.

In caso di incidente avvenuto all’estero consultare il sito www.consap.it; se  accaduto Italia con veicolo assicurato all’estero seguire le indicazioni riportate su www.ucimi.it.

Infine l’Ivass fornisce le istruzioni dettagliate.

La nostra società assiste gratuitamente tutti i propri clienti con servizi di assistenza sinistri dedicata, direttamente dalle proprie sedi.

Numero verde 800.820.820 oppure sinistri@roveda.it