Cyber risk? Abbiamo la soluzione!

Gli attacchi informatici, in particolare i ransomware, sono in continuo aumento, specie tra le piccole e medie imprese: ecco come tutelare al meglio la propria azienda.

Gli attacchi hacker si sono decuplicati in un anno passando dai 460 registrati tra il 1° agosto 2019 e 31 luglio 2020 ai 4.938 certificati al 1° agosto 2021. È quanto emerge dal rapporto del Ministero dell’Interno in occasione della riunione del Comitato nazionale per l’ordine e la sicurezza pubblica. L’iperconnessione dettata, nell’ultimo anno, dall’aumento del tempo passato online e dalla massiccia diffusione di smart working e servizi digitali, ha fatto crescere il rischio di esposizione cyber; un rischio tanto più concreto considerando che la percentuale di attacchi andati a buon fine è in vertiginoso aumento (+300% nel secondo trimestre di quest’anno).

Un fenomeno che purtroppo non risparmia nessuno, dalle infrastrutture pubbliche a quelle private, dalle grandi corporate alle PMI. Anzi, proprio le piccole e medie imprese sembrano più le più esposte: secondo la software house Acronis, durante la prima metà del 2021 quattro PMI su cinque hanno subito una minaccia di cyber security.

 I costi possono essere molto onerosi per l’azienda: perdita di operatività, costi di ripristino, furto di dati con conseguenti sanzioni per violazione della privacy (importante: il responsabile è sempre il titolare del trattamento, anche quando il dipendente è in smart working!) ed eventuali richieste risarcitorie.

Ma il punto di svolta è rappresentato dai ransomware: gli attacchi di questo tipo hanno rappresentato quasi un quarto di tutti gli incidenti informatici a livello globale l’anno scorso. In Italia, particolare risonanza hanno avuto i fatti che hanno coinvolto l’infrastruttura digitale della Regione Lazio.

Come aumentare la cybersecurity in azienda? Allianz ha pensato a un prodotto a 360° in grado di garantire:

  • Danni diretti: interruzione dell’attività, costi di ripristino, estorsione relativa al sistema informatico, tutela della reputazione, furto da hacker.
  • Responsabilità civile terzi: violazione della privacy e dei dati, violazione del sistema informatico, responsabilità dei media, malware, carte di credito PCIDSS
  • Assistenza: monitoraggio e pronto intervento

Particolarmente innovativa la presenza di “Sentinelle” un software che verrà installato su tutti i dispositivi aziendali e che identificherà proattivamente la presenza di minacce informatiche, bloccando ogni comportamento sospetto prima che possa causare danni.

Contattaci per un approfondimento.

Fonte: Assinews

Contatti

  • Questo campo serve per la convalida e dovrebbe essere lasciato inalterato.

Preziosi e pregiati: al sicuro, in casa e fuori

Possiamo tutelarci non solo se lasciamo i nostri beni più preziosi in casa, ma anche se sono momentaneamente in custodia presso artigiani o esercenti, vittime di rapine o furti. IL QUESITOValeria è finalmente in ferie e guida in autostrada verso...

La prevenzione? Si fa con la polizza salute

Sempre in crescita l’interesse nei confronti delle polizze sanitarie, in particolare per quei prodotti che offrono servizi innovativi legati alla prevenzione e che si interfacciano con i canali digitali. Un dubbio da risolvere subito, la necessità di un consulto telefonico...