Legge Bersani: genitore e figlio non convinenti

Il cliente A vende la sua autovettura intestata al pra e con una sua attestazione di rischio; nel frattempo ne acquista una nuova cointestandola a se stesso (A) e al figlio B non convivente. In questo caso è possibile utilizzare il decreto Bersani con l’attestazione del cliente A e mettere come contraente polizza il figlio B ?

La casistica presentata non consente la possibilità di usufruire della classe di merito prevista dalla Legge Bersani che, ricordiamo, dà la possibilità di utilizzare la classe di merito più favorevole presente nello stesso nucleo familiare.

Purtroppo nel caso sopra indicato il veicolo è cointestato a due persone non appartenenti allo stesso nucleo familiare (cliente A e figlio B non sono conviventi) e il veicolo a cui fa riferimento l’attestato di rischio non è più circolante né assicurato.

Nè tantomeno è possibile usufruire di quanto previsto dal Regolamento ISVAP n. 4, art. 8, comma 5 in quanto la proprietà del veicolo passa da un solo proprietario ad una pluralità di proprietari, evento non previsto dall’Allegato 2, Regole Specifiche, lettera g dello stesso Regolamento.”

Per le migliori informazioni chiama i nostri uffici al numero verde 800.820.820  e chiedi un incontro per una consulenza assolutamente gratuita.

In vacanza con loro

Oggi viaggiare con i nostri animali domestici è molto più semplice rispetto al passato. E, per una maggiore tutela, non dimentichiamo di stipulare una polizza a loro dedicata. Viaggiare con i nostri amici pelosi? Si può fare. Sono molte ormai...

Welfare aziendale: nuove opportunità?

L’attenzione da parte del legislatore al tema del welfare aziendale lo rendono un argomento sempre più “vivo”. Vediamo le novità e i possibili futuri sviluppi. FAMILY ACTNel  testo della legge delega nota come “Family Act”, troviamo espressamente l’invito affinché il...