Polizze anti-calamità: nuova detrazione fino al 90%

La novità è contenuta nel DL Rilancio 2020 e introduce ulteriori benefici in tema di polizze contro i rischi per calamità naturali e catastrofali, ovvero quella tipologia di contratti assicurativi che coprono i danni a cose e persone arrecati da eventi quali terremoti, alluvioni, inondazioni, grandinate e nevicate, che negli ultimi anni si sono fatti sentire con particolare intensità e frequenza.

Già dal 2018 era possibile beneficiare di una detrazione fiscale pari al 19% del premio assicurativo pagato, ma con il DL Rilancio 2020  si stabilisce che chi sottoscriverà una polizza anti-calamità potrà godere di ulteriori detrazioni aggiuntive pari persino al 90% del costo della copertura assicurativa.

Il Bonus è fruibile per le spese sostenute dal 1° luglio 2020 al 31 dicembre 2021.

Come rilevato in più occasioni dall’ANIA (Associazione Nazionale fra le Imprese Assicuratrici), benché il 75% delle abitazioni in Italia sia esposto a un rischio significativo di calamità naturali di vario tipo (dal sisma alle alluvioni), solo poco più del 3% delle stesse viene protetto da una polizza contro questi eventi.

Un valore molto contenuto che però negli ultimi anni è costantemente cresciuto, anche grazie a questi incentivi fiscali.

Contattaci per avere maggiori informazioni al numero 800.820.820 o alla mail info@roveda.it.

Risparmio in crescita, boom durante il lockdown

Risparmio in crescita, boom durante il lockdown

Una ricerca Fabi ha tracciato un quadro completo dei salvadanai delle famiglie italiane, registrando a fine 2019 una crescita decisiva di risparmi e investimenti, con un incremento di 45 miliardi rispetto al 2018. Si tratta specialmente di liquidità sui conti...

Aziende e lavoratori: ripartire in serenità

Aziende e lavoratori: ripartire in serenità

C’è chi non ha mai interrotto l’attività, intervenendo fin da subito per adattare il luogo di lavoro alle esigenze di sicurezza, chi invece ha ripreso gradualmente dal mese di giugno adottando soluzioni miste di presenza negli uffici, chi infine ha...