Auto ibride: tutti i pro e i contro

Con i blocchi e le ordinanze “anti-diesel” degli ultimi tempi, quello dell’auto ibrida è diventato un mercato in continua espansione: oltre a rispettare l’ambiente e ridurre le emissioni, è soggetta ad agevolazioni fiscali sul bollo auto, come confermato anche dall’Ecotassa 2019.

Spesso l’auto ibrida è vista come la soluzione ideale per non sopperire alle continue e impreviste oscillazioni del costo della benzina, ma prima di effettuare una scelta precipitosa meglio fare un’attenta valutazione iniziale.

Auto ibride: vantaggi

Chi acquista un’auto ibrida può riscontrare diversi vantaggi, tra i quali:

  • Sono adatte a chi non effettua lunghi viaggi quotidiani e resta spesso in città: qui, infatti, gli spostamenti prevedono ricorrenti accelerazioni e frenate che rappresentano la condizione ideale per ricaricare le batterie del motore elettrico.
  • Consumi ridotti: in città, un’auto ibrida permette di ridurre sensibilmente i consumi di carburante e quindi la relativa spesa rispetto a un’auto a benzina.
  • Presentano prestazioni e livelli di accelerazione ottimali grazie alla presenza dei due motori e alla rapidità del motore elettrico.
  • Grazie alle ridotte emissioni, non subiscono le limitazioni di traffico e godono di agevolazioni fiscali sul bollo e altre esenzioni (come accesso Ztl o esenzione del ticket del parcheggio).

Auto ibride: svantaggi

Tra gli svantaggi, invece, si può citare:

  • I prezzi di listino di un’auto ibrida sono generalmente alti e poco favorevoli. Tuttavia, potrebbero compensarsi nel lungo periodo grazie agli incentivi citati prima.
  • Poco adatta a spostamenti su autostrade e strade extraurbane: ad alte velocità costanti, il motore elettrico non riesce a ricaricarsi e viaggerete esclusivamente con il motore a benzina.
  • Le auto ibride hanno una massa superiore avendo due motori e le batterie supplementari: per questo, a velocità sostenute, essendoci solo l’alimentazione a benzina, i consumi risulteranno più elevati (al contrario, come già detto, degli spostamenti in città i cui consumi sono decisamente ridotti).
  • Le batterie possono durare in media fino a 250 mila chilometri e hanno una garanzia di 5 anni, ma costituiscono una parte piuttosto costosa dell’auto e in caso di guasti potrebbero comportare una spesa abbastanza consistente.

Ti interessano questi argomenti? Iscriviti alla nostra Newsletter e continua a seguirci sul nostro Blog per essere sempre aggiornato sulle ultime novità. Richiedi un preventivo gratuito per la tua polizza auto chiamando il numero 800.820.820 o scrivendo alla info@roveda.it.

[button link=”https://www.roveda.it/contatti/” size=”large”  icon=”” color=”alternative-1″ lightbox=”false” align=”center”]Richiedi Informazioni[/button]

Risparmio in crescita, boom durante il lockdown

Risparmio in crescita, boom durante il lockdown

Una ricerca Fabi ha tracciato un quadro completo dei salvadanai delle famiglie italiane, registrando a fine 2019 una crescita decisiva di risparmi e investimenti, con un incremento di 45 miliardi rispetto al 2018. Si tratta specialmente di liquidità sui conti...

Aziende e lavoratori: ripartire in serenità

Aziende e lavoratori: ripartire in serenità

C’è chi non ha mai interrotto l’attività, intervenendo fin da subito per adattare il luogo di lavoro alle esigenze di sicurezza, chi invece ha ripreso gradualmente dal mese di giugno adottando soluzioni miste di presenza negli uffici, chi infine ha...