Come proteggere l’auto dal freddo e dal gelo

Temperature in diminuzione, neve e pericolo gelate.

È ciò che sta vivendo l’Italia in questi giorni e a risentirne può essere non solo la nostra salute, con i casi di influenza che hanno raggiunto il picco proprio in queste settimane, ma anche quella della propria auto.
Specialmente senza un garage a disposizione, infatti, il freddo è il nemico numero uno della macchina, ma con alcune semplici regole possiamo evitare spiacevoli inconvenienti nel momento in cui ci mettiamo al volante.

Gomme invernali ed effetti dei sistemi antineve

È ormai risaputo che, per spostarsi in sicurezza, dal 2013 vige l’obbligo del cambio gomme, che richiede di dotarsi dal 15 novembre al 15 aprile di ogni anno di gomme invernali o, in alternativa, di catene da neve a bordo.

A contribuire alla sicurezza stradale, poi, c’è anche l’intervento di spartineve e spargisale. Ma l’impasto generato dal sale sulle strade (spesso mescolato anche con altre sostanze) ha un forte effetto corrosivo sul metallo, dal momento che schizza sulle parti inferiori dell’auto. Il consiglio è quindi quello di lavare accuratamente la macchina non appena sia possibile e le strade risultino più pulite.

Dal telo auto alla batteria: le tecniche per proteggere la tua auto

Spesso, in inverno, le temperature rigide della notte ci portano la mattina successiva a dover perdere tempo prezioso per eliminare il ghiaccio formatosi su parabrezza e vetri esterni dell’auto.

Per risparmiare tempo e fatica, tra i rimedi basilari c’è il comunissimo telo auto: ormai si possono trovare prodotti di tutti i tipi realizzati con materiali di qualità, capaci di fornire una protezione ottimale della propria auto dal freddo e sicuramente superiore rispetto ai metodi “fai da te”. L’importante è evitare di versare acqua calda sul vetro ghiacciato, perché potrebbe provocare incrinature.

In alternativa, un’altra tecnica è quella di attivare inizialmente l’impianto di aerazione, disattivando la funzione ricircolo e dirigendo i bocchettoni verso i vetri, per poi accelerare lo sbrinamento intervenendo con spray antighiaccio e con l’apposito raschietto.

Altro accorgimento da non trascurare riguarda il liquido antigelo, che permette di evitare il congelamento dei liquidi che circolano nel motore, nei tergicristalli e nel carburante. Occorre inoltre controllare lo stato dell’olio, in quanto le basse temperature potrebbero ridurne l’effetto lubrificante: per questo in inverno è preferibile usare un olio più fluido, a bassa viscosità. È poi consigliabile lasciare alzati i tergicristalli durante la notte o una sosta prolungata, perché potrebbero attaccarsi al vetro e rovinarsi.

Infine, un ulteriore elemento da controllare è la batteria, che è possibile proteggere con una termofodera, una copertura in grado di mantenerla funzionante anche a temperature molto basse.

Vuoi assicurare te e la tua auto da ogni imprevisto ed essere sempre protetto? Contattaci per avere informazioni sulla polizza auto più adatta a te: chiamaci al numero 800.820.820 o scrivi una mail a info@roveda.it.

Richiedi Informazioni