Guidare senza assicurazione: cosa comporta?

Se alcuni non si sognerebbero mai di farlo, altri invece ci hanno forse già provato o ci hanno anche solo fatto un pensiero, con l’intento magari di risparmiare qualche soldo.

Ma guidare senza assicurazione non è da poco: prima di tutto perché l’assicurazione RC Auto è un obbligo di legge, e quindi non averla rappresenta a tutti gli effetti un reato; in secondo luogo perché circolando senza assicurazione mettiamo in grave pericolo noi stessi e gli altri.

Guidare senza assicurazione: la normativa e i rischi

Di norma, dal giorno di scadenza della nostra copertura assicurativa RcA esiste il cosiddetto “periodo di tolleranza”, che comprende i 15 giorni successivi, entro il quale siamo ancora coperti da assicurazione e possiamo circolare senza incorrere in sanzioni.

La circolazione dei veicoli è regolata dal Codice Civile, secondo il quale “il conducente di un veicolo è obbligato a risarcire il danno prodotto a persone o a cose dalla circolazione del veicolo, se non prova di aver fatto tutto il possibile per evitare il danno”. Il Codice della Strada impone inoltre l’obbligo di dotazione di un certificato di assicurazione per poter circolare sulle strade pubbliche, attraverso il quale il conducente si tutela dai possibili rischi derivanti da danni a terzi durante la guida del veicolo.

Guidare senza assicurazione auto, quindi, prevede conseguenze economiche pesantissime e il risarcimento dei danni causati a persone e cose da parte dei veicoli non assicurati. E il discorso non cambia se se il veicolo non assicurato è la parte lesa.

Guidare senza assicurazione: le sanzioni

Chiunque circoli con un veicolo sprovvisto di copertura assicurativa è soggetto ad una sanzione amministrativa che va da 849 euro fino a 3.396 euro. La sanzione può essere ridotta a un quarto dell’importo se il conducente assicura il veicolo entro i 15 giorni successivi e di un ulteriore quarto dell’importo nel caso in cui il soggetto, entro 30 giorni dalla contestazione della violazione, esprime la volontà e provvede alla demolizione del veicolo.

Attenzione! Secondo l’ultima sentenza della Corte di Giustizia del 4 settembre 2018, l’obbligo di assicurare l’auto è estesa a tutti i proprietari di veicoli non ritirati dalla circolazione: ciò significa che anche se l’auto è ferma e non utilizzata, che sia stata posteggiata ai lati di una strada, in un parcheggio, in garage o in un terreno privato, se risulta ancora immatricolata (e quindi non ritirata dalla circolazione ma idonea a circolare) l’assicurazione auto è obbligatoria.

Non trovi la polizza auto che ti soddisfa? Contattaci al numero 800.820.820 o alla mail info@roveda.it: saremo felici di fornirti una consulenza gratuita per indicarti quella più adatta al tuo caso.

Richiedi Informazioni