Noi, sostenibili per scelta

I segnali di deterioramento e alterazione che ci sta inviando il nostro pianeta ci preoccupano sempre più e sono frequenti le manifestazioni di cittadini, studenti e associazioni che spingono attivamente governi e imprese a modificare drasticamente le loro politiche ambientali.

Vi abbiamo già parlato del Pacific Trash Vortex e degli effetti devastanti che l’inquinamento da plastica, quello oggi più temuto, sta causando ai nostri oceani e più in generale alla vita di tutti gli esseri viventi che popolano la nostra terra, noi compresi (qui il video della seguitissima spedizione dell’esploratore Alex Bellini). Si stima che ogni anno 8 milioni di tonnellate di materiale plastico finiscano nei nostri mari: equivale a un camion della spazzatura che al giorno rovescia il suo contenuto nel mare.

Notizia degli ultimi giorni è anche l’approvazione del Parlamento Europeo della direttiva che impone agli Stati membri di vietare, a partire dal 2021, la vendita di plastica monouso.

Inquinamento da plastica: serve l’impegno di tutti

Qualcuno si sta già muovendo verso questa direzione: la BBC si è impegnata a eliminare totalmente la plastica monouso da tutte le sue sedi entro il 2020; la premier Theresa May ha annunciato l’eliminazione di tutti i rifiuti in plastica evitabili dal Regno Unito entro il 2042.

Coop ha invece deciso di sostenere il progetto “Plasticless” promosso da LifeGate, attivando nel Mar Ligure il dispositivo Seabin, in grado di sottrarre al mare circa 500 chilogrammi di rifiuti in plastica ogni anno.
Lidl ha fissato per il 2025 l’obiettivo di riduzione al 20% del packaging di plastica, mentre già da quest’anno verranno eliminati dall’offerta i prodotti in plastica monouso.

Ma serve l’impegno di tutti per mantenere alta l’attenzione alla sostenibilità e alla lotta alla plastica: come vi abbiamo raccontato nel precedente articolo, anche noi abbiamo lanciato la scommessa di ridurre entro l’anno 80% della plastica da noi utilizzata, attraverso l’utilizzo di agende, calendari, quaderni, cartellette e altro in carta 100% riciclata. A questo ci aiutano i ragazzi della Cooperativa Sociale La Mano Onlus con le loro creazioni!