Sicurezza informatica: 5 regole per difendere la tua rete aziendale

Cosa accadrebbe se uno o più dei tuoi computer aziendali venisse hackerato?
Gli strumenti a disposizione dei criminali informatici sono sempre più sofisticati e nessuno è in grado di promettere una difesa sicura al 100%, ma quel che è certo è che sempre più imprese si stanno rendendo conto della necessità di proteggersi.

Subire un attacco informatico, infatti, non comporta solo una violazione della privacy e il furto di dati, ma è l’inizio di una serie di perdite economiche devastanti: molte aziende vittime di attacchi hacker hanno subìto anche danni d’immagine e una contrazione notevole del proprio fatturato, perdendo clienti e nuove opportunità di business.

Quali attività sono quindi fondamentali per realizzare una solida strategia di difesa della propria rete aziendale? Ecco 5 regole che gli esperti di sicurezza informatica consigliano di seguire.

Sicurezza informatica aziendale: come difenderti in 5 mosse

  1. Inizia dalla progettazione della rete
    La rete interna e i flussi di lavoro devono essere organizzati in modo da rendere da subito arduo il compito dell’hacker, individuando le aree più sensibili e rendendole il più difficilmente raggiungibili.
  2. Non dare accesso ai dati a un’unica utenza
    È sicuramente più comodo effettuare un solo login per accedere alle nostre informazioni, ma così rischiamo anche di spianare la strada a chiunque volesse entrare nel sistema.
  3. “Cura” gli account di maggior interesse
    Se non è possibile farlo con tutti, per gli account più “a rischio” è necessario modificare la password periodicamente, mantenendola sempre il più completa possibile (non troppo corta e con simboli, lettere e numeri difficili da intuire) e inserendo la richiesta di più dati per confermare l’accesso.
  4. Utilizza soluzioni di Intelligenza Artificiale
    Questi strumenti sfruttano i cosiddetti sistemi di “machine learning”, in grado di identificare i segnali di compromissione prima che l’attacco giunga a buon fine.
  5. Proteggi tutti i dispositivi
    Non dimentichiamoci che pc e tablet comunicano costantemente con altri hardware e dispositivi facenti parte della stessa rete (stampanti, fax, modem etc.), che devono ricevere anch’essi una protezione impedendo la libera circolazione di virus e hacker da una macchina all’altra.

Oltre a quanto detto finora, è bene ricordare di quanto oggi si parli sempre più di Cyber Risk e Cyber Insurance: esistono ormai molteplici soluzioni assicurative capaci di dare una risposta immediata al fenomeno sia dal lato della messa in sicurezza del sistema sia da quello della ripresa (economica e non) in seguito a un attacco informatico, mai completamente evitabile e portatore di vari danni diretti e indiretti alla propria attività.

Intrusioni sospette minano la sicurezza della tua rete e dell’azienda? Contattaci per una consulenza gratuita alla mail info@roveda.it o al numero 800.820.820.

Richiedi Informazioni