Vacanze 2020: italiani in cerca di tutele

Quella del Covid-19 sarà un’estate incerta, sia per quanto riguarda le regole del distanziamento sociale sia per la situazione economica, che ha portato alcune aziende a decidere di non chiudere durante il mese di agosto.

Secondo una recente indagine di Demoskopika e rilasciata in esclusiva ad ANSA, infatti, quest’anno il 49% degli italiani rinuncerà alle vacanze: chi per ragioni di sicurezza e timore di mettersi in viaggio (24,9%), chi invece per motivi prettamente economici (15,3%).
Il 51% ha quindi deciso di partire, anche se solo il 5,5% ha già prenotato: sono ancora molte le incognite su come evolverà la situazione. L’invito generale è stato quello di riscoprire il turismo nazionale: tra le mete privilegiate troviamo la Sicilia, seguita da Toscana e Puglia.

Se per molti le condizioni economiche saranno un ostacolo, per coloro che invece hanno timore per la sicurezza sanitaria una scelta strategica potrebbe essere quella di attivare una polizza viaggio: in caso di annullamento del viaggio  all’ultimo minuto, infatti, non si rischierà di perdere i soldi della prenotazione e, inoltre, si potrà godere di una costante assistenza sanitaria, con un consulto medico sempre disponibile 24h/7gg.

Un piccolo gesto di prevenzione e prudenza, molto utile soprattutto in questo periodo di incertezze, per tutelarsi e godersi appieno la propria vacanza.

Per ricevere maggiore informazioni, chiamaci al Numero Verde 800.820.820 o scrivici alla mail info@roveda.it: sarai ricontattato per una consulenza personalizzata e un preventivo gratuito.

Risparmio in crescita, boom durante il lockdown

Risparmio in crescita, boom durante il lockdown

Una ricerca Fabi ha tracciato un quadro completo dei salvadanai delle famiglie italiane, registrando a fine 2019 una crescita decisiva di risparmi e investimenti, con un incremento di 45 miliardi rispetto al 2018. Si tratta specialmente di liquidità sui conti...

Aziende e lavoratori: ripartire in serenità

Aziende e lavoratori: ripartire in serenità

C’è chi non ha mai interrotto l’attività, intervenendo fin da subito per adattare il luogo di lavoro alle esigenze di sicurezza, chi invece ha ripreso gradualmente dal mese di giugno adottando soluzioni miste di presenza negli uffici, chi infine ha...